Imprenditore Automotive: i miti da sfatare per metterti in gioco senza rischi

Ottima notizia! Hai una rivendita di auto, sei un importatore o un concessionario e magari hai connessa un’officina o delle filiali commerciali e di post vendita; insomma hai realizzato il sogno della tua vita, vendere automobili.

Sono estremamente felice per te perché è davvero un lavoro fantastico, ricco di passione, sacrificio e che regala, ogni giorno, grandi soddisfazioni.

Occhio però a non sottovalutare alcuni aspetti del tuo business…perché?

Perché spesso stai perdendo soldi in aree di cui non ti occupi direttamente o nelle quali hai la “sensazione” illusoria di guadagnare. A dire il vero questo capita perché non hai ben chiari quali siano i fattori che ti stiano facendo rimettere denaro. A fine anno speri di trovare il cassetto pieno e invece hai un misero 1% di utile ante imposte, o meno, se non addirittura un calo.

L’ultima crisi ha piegato molti operatori poco attenti a questi fattori ma non credere per questo di essere del tutto al sicuro.

Caro imprenditore, non farti ammagliare dalla momentanea e/o veritiera crescita del mercato perché, nel tuo settore, distrarsi può essere molto pericoloso.

Cominciamo a sfatare alcuni miti:

 “Ho una concessionaria e dal ferro non si guadagna più” FALSO o ancora peggio “il mio ispettore mi ha detto che dal ferro non devo guardare più!” FALSO

Dal ferro si guadagna e si deve guadagnare mediamente da un 2% in su oltre ai premi legati agli obiettivi di vendita mensili offerti dalla casa automobilistica. Non è possibile prescindere dal raggiungimento degli obiettivi assegnati mensilmente in quanto significherebbe perdere soldi nell’area vendita.

E ancora…

“Stanno bene i rivenditori che importano le auto dall’estero o quelli che vendono solo usato, senza vincoli dalle case automobilistiche” FALSO

Stanno bene se comprano bene e se hanno molta liquidità propria o dal sistema bancario. Stanno bene se, anche loro, incrementano i propri standard di qualità e di Customer Experience guardando con costante attenzione allo sviluppo dei profitti e al controllo di gestione perché guadagnare meglio sul ferro non li distragga dal massimizzare gli utili; questi possono stare bene, gli altri rischiano molto.

“Il post vendita è un business che fa sempre guadagnare” FALSO

Il post vendita ha certamente un primo margine più interessante ma che spesso viene bruciato dai costi fissi del personale che, per questa area, sono tra i più elevati in azienda. Questi fattori uniti ad un utilizzo improprio delle promozioni possono generare forti perdite. Analizza molto bene quest’area perché potresti scoprire cose poco piacevoli.

 “I finanziamenti e le assicurazioni, nella mia zona, se ne vendono pochi” FALSO

Se vendi pochi finanziamenti e assicurazioni è perché il tuo personale è poco formato o il tuo sistema di incentivazione è poco equilibrato. L’auto non è un investimento quindi utilizzare la liquidità della famiglia per acquistarla è un errore che deve essere spiegato al cliente con una consulenza finanziaria. Lo stesso vale per la polizza di assicurazione. Acquisti un’auto e non la assicuri contro furto, incendio, atti vandalici ed eventi naturali? Impossibile! Dopo che hai speso i tuoi soldi per un bene così importante vuoi essere quanto più tutelato possibile per non incorrere in imprevisti poco piacevoli. Se la tua performance sia finanziaria che assicurativa non raggiunge almeno il 60% hai tanto margine di miglioramento e aree di profitto non ben coltivate.

Seguici sui nostri Social e non perderti il prossimo articolo dove parleremo di COME INDIVIDUARE LE CREPE NELLA TUA AZIENDA!

Lascia un commento

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code